CHI SIAMO

Martina Luxardo Franchi nasce a Brescia e compie gli studi giovanili a Padova, città della propria famiglia, sede da oltre 60 anni della Girolamo Luxardo spa (fondata a Zara nel 1821) azienda conosciuta in tutto il mondo soprattutto per il famoso liquore Maraschino.

Si laurea in enologia all’università di Pisa nell’aprile 2001, sotto la guida di Giacomo Tachis, con una tesi sull’utilizzo dell’anidride solforosa nei processi di spumantizzazione, coadiuvata da uno stage formativo di 2 vendemmie presso l’azienda Cà del Bosco in Franciacorta; da qui si sposta in Sicilia presso una titolata Azienda Vinicola dell’Agrigentino; di nuovo in movimento per un periodo lavorativo presso il Gruppo Italiano Vini e infine per un'altra vendemmia presso la Cantina di Soave.

Nel 2004 consegue il Master in Enologia presso l’Università Cattolica di Piacenza in concomitanza ad uno stage presso l’azienda di famiglia. Nel 2005 inizia a pensare alla realizzazione di un progetto di “bere giovane”, analizzando la possibilità dell’inserimento del vino tra i giovani e al loro modo di bere anche nei locali dove comunemente vengono consumati cocktails: il vino come moda e nuovo modo di bere, associato alla musica dei suoni che diventa musica del palato.

Dopo un periodo dedicato allo studio del mercato, grazie anche al Corso di laurea specialistica in Economia e Gestione delle Imprese agro-alimentari, sempre presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore con sede a Cremona, decide di fondare la propria linea di vini, Sound Taste: l’idea è quella di aggregare i tre sensi (vista gusto e olfatto) stimolandoli ed associandoli alla musica, alla piacevolezza dei profumi e del gusto del bere ottimo vino creando l’atmosfera di momenti divertenti e distensivi. Coadiuvata da Stefano Caliendo, commercialista cremonese, che nei primi anni segue la parte finanziaria come collaboratore, parte il progetto.

Utilizzando i vigneti di proprietà della famiglia ( in una zona vocata dei Colli Euganei) ed intervenendo su una parte della produzione di alcune aziende vinicole di proprietà di amici conosciuti e diventati tali durante la vita universitaria ed i vari stages, la gamma Sound Taste si arricchisce di prodotti provenienti da una gran parte delle regioni italiane.

Nel 2007 Sound Taste diventa anche sponsor di svariate manifestazioni golfistiche ( lo sport amato e praticato da Martina sin dai primi anni ’80). Il binomio vino-golf cresce velocemente e porta, nel 2009, alla realizzazione del Primo Circuito Sound Taste; consolidata la partnership con altri sponsor del mondo golfistico, siamo giunti, nel 2018, alla decima edizione dove, come nelle edizioni precedenti, i vini Sound Taste diventano motivo aggregante e complementare al divertimento, quale parte integrante di piacevoli giornate ed importanti eventi.

Dal 2012 parte anche il progetto “enoteca online” con il dominio www.soundtaste.it che continua a svilupparsi e a distribuire prevalentemente vini liquori e distillati a prezzi concorrenziali, ampliando sempre più la gamma offerta, oltre a distribuire i vini SoundTaste e i prodotti della distilleria Luxardo.

Sempre nel 2012 anche Stefano Caliendo entra a far parte della società acquisendo un ruolo di primaria importanza nell'azienda.

La passione per lo sport, la musica ed il vino si fondono perfettamente e danno vita allo stile unico di “Sound Taste”.

Sound Taste è il modo giovane di bere vino. La bottiglia voluta così, audace e fuori dagli schemi classici, non intende stravolgere i canoni tradizionali della presentazione, anzi: il nome scritto verticalmente e volutamente in inglese, l’etichetta in propilene trasparente, sono tutti aspetti che vogliono invece legare il marchio ad un nuovo modo di bere, apprezzare e valutare il vino. Da subito la bottiglia suscita interesse. Studiata per cogliere l’attenzione di una clientela giovane, è sicuramente di miglior resa in un locale cool piuttosto che in una scura enoteca. Inoltre basta assaggiare e capirne la qualità per accorgersi che si tratta di un prodotto assolutamente apprezzabile, e di qualità medio alta.

Il prodotto, originariamente destinato al solo settore ho.re.ca., ha suscitato da subito interesse (anche grazie al prezzo compreso tra 5 e 8 euro) come prodotto di consumo quotidiano che, grazie alla scelta di non distribuire alla GDO, diventa la forma di acquisto più diretta, senza inutili e dispendiosi passaggi di filiera.

La creazione dell’enoteca virtuale, che distribuisce anche grandi marchi mondiali ad un prezzo molto competitivo, è il servizio ottimale che vogliamo offrire al cliente, il quale può così ottimizzare tempi e soprattutto costi, rispetto agli acquisti tradizionali.

Vini e distillati sono così proposti a prezzi di ingrosso anche per acquisti singoli. Il servizio “gyw” (Get your wine) completa il progetto offerto ai nostri clienti.

Entrando nell’enoteca on line avrete così modo, in ogni momento, di rifornire la vostra cantina e di reperire in modo facile e vantaggioso prodotti di grande fascino e ottima qualità


Top