Nuovo
Terlano Chardonnay Kreuth 2016

Terlano Chardonnay Kreuth 2016

Produttore Terlano cantina

4270

Terlano Chardonnay Kreuth 2016

6 Pezzi disponibili

16,40 €

Vitigno : Chardonnay 100%
Anno : 2016
Capacità : 75 cl


"Il Kreuth Chardonnay si distingue per la sua leggera acidità, la struttura cremosa e gli aromi eleganti. È grazie alla sua complessità e a una nota minerale che questo Chardonnay, coltivato nel territorio DOC di Terlano, è dotato di una grande longevità." Rudi Kofler
Carattere del vino: Colore: giallo paglierino scintillante e accattivante. Profumo: Il profumo di questo vino si distingue per le componenti di frutta esotica, come la maracuja, l’averrhoa carambola e gli agrumi. A queste si affianca una nota di pietra focaia dai tratti aromatici e minerali che completa il bouquet. Sapore: Questo Chardonnay si presenta molto armonico al palato, soprattutto grazie agli elementi morbidi e cremosi, impreziositi da una nota fruttata che rendono il gusto assai accattivante. Il tutto è sottolineato da una gradevole contrapposizione fra una forte mineralità e un finale sapido. Abbinamenti semplici: È un vino che accompagna bene il vitello tonnato o il polpo marinato, ma anche antipasti misti e verdura grigliata, canederli di formaggio o pasta “aglio, olio e peperoncino”, pesce alla griglia con finocchio, crépe gratinate ripiene di radicchio o tomini freschi. Abbinamenti dettagliati: Gelatina di aglio orsino con mousse di asparagi, anguilla caramellata, crema e spugna di spugnole - Norbert Niederkofler (Ristorante St. Hubertus)

Tipologia Bianco
Annata 2016
Regione Trentino-Alto Adige
Formato 75 cl
Vitigno Principale Chardonnay

Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !

Terlano cantina

Prodotto da: Terlano cantina

Ogni anno, gli appassionati attendono trepidanti l’uscita dei vini rari di Terlano, chiedendosi a quale vitigno toccherà questa volta. Ma soprattutto ci si chiede quanti anni quel vino è già maturato sui lieviti fini. La risposta è contenuta nel metodo d’invecchiamento utilizzato per queste rarità, detto anche “metodo Stocker”.Tutto ebbe inizio quando Sebastian Stocker, ex enologo della cantina di Terlano, decise di imitare l’esempio dei colleghi francesi e cominciò far maturare più a lungo i vini sui lieviti fini. Oggi, le annate migliori scelte per le „rarità” si fanno prima affinare in botti di rovere per un anno, dopodiché si travasano in piccoli fusti d’acciaio da 2.500 litri, dove rimangono da 10 a 30 anni, avendo così tutto il tempo per sviluppare sui lieviti fini tutti i loro aromi e la loro struttura complessa. Quando l’enologo ritiene che abbiano raggiunto il grado ideale d’armonia ed equilibrio, questi vini vengono imbottigliati, e fatti invecchiare per altri 4-5 anni prima di essere pronti per la mescita. Attualmente, con questo metodo stanno invecchiando in fusti d’acciaio 15 annate, che risalgono fino al 1979. Il novero dei vitigni comprende il Pinot bianco, lo Chardonnay, il Sauvignon blanc e l’uvaggio Terlaner. Ogni anno, si rendono disponibili circa 3.330 bottiglie di vini rari.

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Top