La Badiola Acquadoro 2013

Produttore La Badiola Tenuta

2835

La Badiola Acquadoro 2013

4 Pezzi disponibili

11,30 €

Vitigno : Viognier 100%
Anno : 2013
Capacità : 75 cl


Acquadoro è prodotto con le uve della vigna di Ponente della Tenuta La Badiola, una porzione di terra al centro della vecchia Fattoria di Acquagiusta, nucleo operativo dell’affascinante progetto di bonifica realizzato nella prima metà dell’800 da Leopoldo II di Lorena, Granduca di Toscana. In questa “fattoria” si svolgevano tutte le principali attività del granducato e lo stesso Leopoldo scelse questa sede per la sua posizione salubre e per la presenza di una purissima sorgente sotterranea denominata Acquagiusta. Il vigneto si trova nella parte centrale del conoide alluvionale della Tenuta La Badiola. Una zona contraddistinta da terreni ricchi di minerali e di sostanze di “scivolamento” alluvionale. La maggior percentuale di argilla, sommata all’alta percentuale di scheletro, ha indirizzato la scelta varietale in favore di uvaggi a bacca bianca. La vigna dell’Acquadoro si estende su un ettaro ed è allevata a cordone speronato. Le uve vengono vendemmiate rigorosamente a mano e trasportate in piccole cassette di plastica. La vinificazione si svolge pressando le uve intere a bassissime pressioni di lavoro al fine di evitare l’estrazione di sostanze indesiderate. La fermentazione e l’affinamento avvengono in vasche di acciaio a temperatura controllata.

Tipologia Bianco
Annata 2013
Regione Toscana
Formato 75 cl
Vitigno Viognier

Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !

La Badiola Tenuta

Prodotto da: La Badiola Tenuta

La famiglia Moretti ha dato ampio sviluppo al progetto vitivinicolo, aggiungendo alla benedizione dell’acqua, rappresentata dalla sorgente dell’Acquagiusta che scorre sotto la tenuta, la benedizione del vino e dell’olio. Nei 500 ettari della Tenuta, ha preso vita l’omonima cantina Tenuta La Badiola, che dai 30 ettari di vigne produce un bianco, un rosato e un rosso denominati “Acquagiusta”. E ancora, dall’oliveto Badiola, già piantato ai tempi di Leopoldo II, si estrae un extravergine speciale, dal nome And’Olio, nel quale è possibile ritrovare i sentori più autentici della macchia mediterranea che veste queste colline. Un allevamento di vacche maremmaneriporta la tenuta alla sua antica vocazione di borgo residenziale e lavorativo che mutua dalla natura i tratti della sua identità. E con Vittorio Moretti e Alain Ducasse è come se si fosse rinnovata la magia della prima occhiata di Leopoldo II di Lorena: tutti loro hanno saputo vedere ciò che ancora non appariva. 

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Votare/scrivere un commento

Top