Didier Daguenau Les Jardins de Babylone Jurançon 2009

Scegli la TARIFFA PREMIUM, con 19,90 euro ti da diritto a 12 mesi di spedizioni illimitate in Italia.
Produttore Didier Dagueneau

2654

Didier Daguenau Les Jardins de Babylone Jurançon 2009

7 Pezzi disponibili

Caratteristiche:

Tipologia Bianco
Annata 2009
Formato 50 cl
Vitigno Principale Petit Manseng / Izkiriota Ttipi
Wine Spectator 94/100

81,97 €

Vitigno : Petit Manseng
Anno : 2009
Capacità : 50 cl   


NOTE DI DEGUSTAZIONE: giallo dorato intenso e brillante. Il naso si schiude elegantemente su note di frutta matura (albicocca e pesca gialla), di frutta tropicale e di agrumi delicati, con un tocco dolce di miele. Olfatto complesso e intenso, il sorso è profondo e morbido, al contempo equilibrato e armonico con una netta traccia acida. Persistente, chiude con grande finezza. ABBINAMENTI: si sposa meravigliosamente con desserts a base di frutta fresca, come una crostata all'ananas, pasticcini alla crema e dolci secchi, preparazioni al cioccolato. Ideale anche da bere da solo, come vino da meditazione o conviviale.

Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !

Didier Dagueneau

Didier Dagueneau \"Tutto, in quest’uomo, era fuori dal comune\" (scrisse Jacques Perrin di lui): dall\'aspetto selvaggio, un modo di fare quasi sempre provocatorio e con un atteggiamento di infinita modestia e gratitudine nei confronti della vita, Didier era un convinto seguace della biodinamica e al tempo stesso aspro critico dei rigidi canoni imposti dalle certificazioni. Si è schierato senza mezzi termini contro le pratiche all\'epoca diffuse a Pouilly-sur-Loire, dove i vignerons prediligevano Sauvignon di qualità media praticando basse densità per ceppo e raccolte meccanizzate. \"Mi sforzo di curare il mio vigneto come fosse un’opera d’arte\", affermava Didier. E i suoi Sauvignon lo sono. Vini che vanno oltre al donar piacere: vini intrisi di lirismo e di fascino, capaci di leggere meravigliosamente i vari terreni di Saint-Andelain e in grado di donare emozioni che fanno vibrare i sensi umani. Morto prematuramente all\'età di 52 anni, il 17 settembre 2008, da allora gli 11,5 ettari sono gestiti con il medesimo spirito dal figlio Louis-Benjamin con l\'aiuto della sorella Charlotte.

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Top