Nino Negri 5 Stelle Sfursat 2013 Magnum

Produttore Nino Negri

3556

Nino Negri 5 Stelle Sfursat 2013 Magnum

3 Pezzi disponibili

Affrettati: ultimi articoli in magazzino!

98,00 €

Vitigno : 100% Nebbiolo - Chiavennasca 
Anno :  2013
Capacità : 1,5 L


La Cantina di Nino Negri è stata la prima casa vinicola valtellinese, nel 1956, a produrre lo Sfursat con appassimento naturale delle uve. Il 5 Stelle è il suo Sfursat più prestigioso ed è anche uno dei nostri preferiti. Infatti la sua grandiosità nei profumi e nei sapori, la sua estrema morbidezza accompagnata dalla vena alcolica ne fanno uno dei più grandi vini rossi lombardi. Si abbina a tutto quello che è intenso e saporito, dai formaggi alla selvaggina, magari in dolceforte con l'aggiunta del cioccolato. Colore: Rosso granato intenso. Profumo: Note di prugne e fichi secchi, sentori balsamici di menta ed eucalipto e poi liquirizia, fieno, cacao e pepe nero. Gusto: Pieno e vigoroso, tannini maturi e note vanigliate.

Tipologia Rosso
Annata 2013
Regione Lombardia
Formato 150 cl
Vitigno Nebbiolo

Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !

Nino Negri

Prodotto da: Nino Negri

Le origini dell'impresa risalgono al 1897, quando Nino Negri, originario di Aprica, in seguito al matrimonio con Amelia Galli, decideva di avviare a Chiuro l’attività vitivinicola.Nel 1925, la ditta veniva registrata alla Camera di Commercio di Sondrio e due anni dopo vedeva l'ingresso del figlio Carluccio, vero artefice dello sviluppo e della crescita qualitativa della ‘Nino Negri’.Nel 1946 veniva creata la ditta individuale Nino Negri di Carlo Negri avente come scopo: ‘il commercio di vini ed uve con cantine a Chiuro e a Moniga del Garda’. Nel 1958, la denominazione veniva nuovamente mutata in Casa Vinicola Nino Negri di Carlo Negri. L’Azienda di Chiuro passava dai 5-6 dipendenti del periodo anteguerra agli oltre trenta, ai quali si aggiungevano i molti lavoratori stagionali nella fase di vendemmia. Alla fine degli anni Sessanta, ormai chiaro che le due figlie Erina e Carla Negri non intendevano affiancare il padre nella conduzione dell'azienda, l'impresa veniva ceduta alla società svizzera Winefood. Il nuovo assetto, tuttavia, non avrebbe coinciso con una fase di prosperità per l'impresa e nel 1986 la Winefood decideva di cedere la Casa Vinicola Nino Negri S.P.A. al Gruppo Italiano Vini Scarl, società cooperativa nata dall'unione delle aziende vinicole che erano state di proprietà del gruppo elvetico. Ripartiva così la storia di una delle più antiche cantine valtellinesi (che nel 1980 aveva assorbito la Pelizzatti e nel 1992 l'Enologica Valtellinese) puntando decisamente su una produzione di vini valtellinesi di qualità. Muovendosi all'interno dell'ormai maggiore impresa vitivinicola italiana, la cantina fondata da Nino Negri ha potuto negli anni seguenti sfruttare al meglio la ridefinizione del suo prodotto (che comprende diverse qualità di vini e grappe) tanto da divenire il fiore all'occhiello del Gruppo Italiano Vini.

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Votare/scrivere un commento

Top