Cecchi Coevo 2011

Produttore Cecchi dal 1893

2957

Cecchi Coevo 2011

10 Pezzi disponibili

53,50 €

Vitigno : Sangiovese 50%, 20 Cabernet Sauvignon 20%, Petit Verdot 10%, Merlot 20%
Anno : 2011 
Capacità : 75 cl



COEVO rappresenta la sintesi di un percorso molto profondo e importante nella storia di Cecchi. Andrea e Cesare, quarta generazione alla guida dell’azienda, hanno fortemente sentito e desiderato questo vino per dare un segnale di svolta alla storia enologica di Cecchi. Coevo è memoria della tradizione, riferimento per il presente ma soprattutto per il futuro e testimonianza di due importanti territori il Chianti Classico e la Maremma. La filosofia con cui nasce questo vino è semplice e chiara: il massimo della qualità per ogni annata. Per questo motivo l’uvaggio di Coevo varia a seconda della vendemmia mantenendo comunque sempre l’elemento base che lega la famiglia Cecchi al proprio territorio, il Sangiovese. Andamento Climatico: In Toscana la primavera e i primi mesi d’estate, in cui si sono alternati giorni di sole a giorni di pioggia, hanno messo la pianta in una condizione di clima ottimale, accelerando tutto il processo di maturazione al punto tale che già nei primi giorni di luglio in Maremma eravamo in piena invaiatura. Questa condizione eccellente si è prolungata fino a metà agosto, grazie anche alle notti fresche dei primi giorni di questo mese. La situazione climatica è completamente variata dalla seconda metà del mese di agosto, quando si è assistito ad una irradiazione solare forte unita ad alte temperature, che si è prolungata fino al 10 settembre, queste condizioni hanno ulteriormente contribuito ad accelerare la maturazione, facendo in modo che l’inizio della vendemmia in Maremma si sia avuto nell’ultima settimana di agosto con il merlot. La Vendemmia 2011 è iniziata con venti giorni di anticipo rispetto a quella dell’anno precedente. Grazie a questo andamento possiamo dire che la vendemmia 2011 è caratterizzata da un grande equilibrio tra la componente acida, che regala una esaltante freschezza ed una eccellente maturità dei tannini, che solo nelle annate migliori si esprimono con una trama così elegante.
COEVO 2011
Ogni varietà e ogni parcella di vigneto componente Coevo 2011 è stata raccolta a mano e vinificata separatamente. Un doppio tavolo di cernita e una pigiatura molto soffice sono i primi stadi che hanno accolto queste uve in cantina. La fermentazione alcolica è stata condotta a una temperatura controllata tra i 25 e i 30°C in tini di acciaio inox per una settimana, supportata da rimontaggi brevi ma frequenti e delestage. La macerazione post- fermentativa è durata in media per 8 giorni. L’eccezione è stata fatta per il Cabernet Sauvignon che, date le eccellenti condizioni delle bucce, ha macerato a cappello sommerso per un totale di 12 giorni dopo la fermentazione alcolica. La fermentazione malolattica è avvenuta in acciaio. Le quattro varietà sono state invecchiate nella cantina a Castellina in Chianti e sono state mantenute separate in barriques e tonneaux per diciotto mesi, fino a luglio 2013. Sono state quindi assemblate e hanno proseguito per altri tre mesi l’affinamento in legno. L’imbottigliamento è stato effettuato nei primi giorni di ottobre 2013, appena il vino ha finito il suo affinamento in legno.



Tipologia Rosso
Annata 2011
Regione Toscana
Formato 75 cl
Vitigno Sangiovese

Recensioni

Siate il primo a fare una recensione !

Cecchi dal 1893

Prodotto da: Cecchi dal 1893

La famiglia Cecchi ha accompagnato attraverso il succedersi delle generazioni, il percorso storico del vino italiano, passato in meno di un secolo da alimento contadino a marchio di eccellenza nazionale, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.Tutto iniziò nel 1893 quando Luigi Cecchi diventò assaggiatore professionista di vino. Il mestiere del “palatista” diffuso in Europa in Italia era ancora sconosciuto, ma Luigi comprese come le potenzialità della viticoltura italiana fossero in grado di raggiungere i vertici dell’enologia mondiale qualora si fosse saputo riconoscere le qualità dei vini prodotti. Nei primi del Novecento si affiancò a Luigi il figlio Cesare. Insieme dettero vita alla prima commercializzazione di vino targata Cecchi che già all’epoca si affacciava con decisione verso i mercati internazionali.Conquistata la credibilità e il prestigio internazionale, divenne fondamentale la programmazione degli investimenti necessari per conquistare il futuro. Luigi, nipote del fondatore, è la figura chiave di questo periodo. Con lui, il marchio Cecchi si è distinto nel panorama enologico nazionale per innovazioni tecnologiche, ricerca di nuovi territori e intuizioni commerciali.Oggi sono Andrea e Cesare Cecchi a guidare l’azienda con le stesse doti di entusiasmo e capacità imprenditoriale che hanno caratterizzato i loro predecessori. Mantenendo la preziosa esperienza ereditata, i due fratelli hanno focalizzato l’attenzione sulla sostenibilità produttiva e sulla capacità di vini realizzati per esprimere il territorio di provenienza, garantendo stimolanti prospettive e sempre nuovi mercati.

Voti e valutazione clienti

Nessun cliente ha lasciato una valutazione
in questa lingua

Votare/scrivere un commento

Top